News RIflessioni

Trimestrale Microsoft, grandi soddisfazioni per la divisione Surface

Non era mai avvenuto nella serie storica delle vendite del brand Surface un salto così marcato come invece hanno evidenziato i numeri emersi nell’ultima trimestrale Microsoft presentata nella giornata di ieri.

Sfiorando una crescita del 40% (+39%) relativa al periodo ottobre-dicembre 2018 il fatturato della divisione Surface è cresciuto da 1,33 MLD $ dell’ultimo trimestre 2017 a 1,86 MLD $ del fine trimestre 2018 avvicinandosi per la prima volta alla soglia dei 2 MLD $ su base trimestrale.

Un balzo di oltre 530 milioni $ legato al periodo natalizio, condizione peraltro analoga allo stesso periodo dell’anno precedente, determinato dal refresh di buona parte della gamma prodotti che ha visto la presentazione dei nuovi Surface Pro 6, Surface Laptop 2 e Surface Studio 2 ad inizio ottobre affiancati dall’arrivo delle nuove Surface Headphones.

Il dato però risulta ancora più indicativo se consideriamo il fatto che nel periodo di riferimento considerato i nuovi modelli sono stati resi disponibili quasi esclusivamente in U.S.A., motivo per cui l’incremento delle vendite potrebbe essere ascrivibile principalmente al mercato americano.

Se la nuova line-up ha quindi detto la sua, una nota di merito va sicuramente attribuita al piccolo Surface Go lanciato da Microsoft ad inizio luglio e che si sta rivelando un best seller nell’ambito dei convertibili 2 in 1 compatti di fascia media di cui il Go rappresenta il prodotto di riferimento della categoria.

Con questa prospettiva e considerando peraltro i nuovi modelli che Microsoft svelerà nel corso del 2019, non stupisce come Amy Hood, CFO Microsoft, abbia prospettato per la divisione Surface un fatturato medio in crescita di oltre il 20% anche per il trimestre successivo, notoriamente più tranquillo a livello commerciale.

In un mercato dove le licenze Windows subiscono una piccola contrazione (-5%) nella vendita agli OEM dovuta anche alla pressione della piattaforma Chromebook nel settore entry level, dati però compensati da un aumento dei servizi aziendali e cloud legati al sistema operativo Windows (+13%), le performance del comparto Surface spiccano in modo evidente anche a paragone di una divisione gaming che registra un +31% di servizi e software Xbox ma accusa il colpo in ambito hardware con un -19%.

Insomma, da semplice esperimento ideato per guidare gli OEM verso nuovi formati del mondo Windows Surface si sta avviando a diventare sempre più strutturale all’interno delle varie divisioni Microsoft, come peraltro ha recentemente precisato Panos Panay nella sua intervista rilasciata a Indipendent.

Per restare sempre aggiornato sulle ultime novità scarica la nostra APP ufficiale oppure iscriviti alle nostre notifiche istantanee e leggi i nostri articoli via RSS, oppure seguici su Facebook, Twitter, Telegram, Google+ e Instagram!