PSU guida all'acquisto
Consigli acquisti Guide

PSU: guida all’acquisto e consigli

Nel nostro precedente articolo sulle PSU vi abbiamo dato alcune informazioni generali, mentre in questa guida troverete i consigli per l’acquisto.

Moduli, capacità, efficienza

La prima domanda che dovete porvi al momento dell’acquisto della PSU è una sola: “Che cosa deve fare il mio PC?”. Molti pensano che la prima domanda sia “Quanto posso spendere?”, ma nel mondo degli alimentatori il risparmio può comportare rischi e pericoli che sarebbe meglio evitare. Se realmente si vuole fare economia, si deve sempre considerare il proprio utilizzo del PC e prendere un alimentatore adeguato allo scopo.

Per fare una divisione sintetica creeremo una breve classifica su tre livelli, dove gestiremo business,  consumer e professional.

• Business: per chi vuole pochi watt senza perdere in efficienza (non modulari)
Thermaltake TR2 – 350W – Bronze 80PLUS
Thermaltake TR2 – 450W – Bronze 80PLUS
EVGA 450 BT – 450W – Bronze 80PLUS
Sharkoon WPC – 550W – Bronze 80PLUS

• Consumer: alta efficienza, modularità e varietà di macchine
SilverStone SST-ET550-G- 550W – Gold 80PLUS – Non modulare
Thermaltake Smart SE – 630W – 87% eff- Semi-Modular
Sharkoon silentstorm Ice Wind- 650W – Bronze 80PLUS – Semi-Modular
EVGA SuperNOVA 650 G3- 650W -Gold 80PLUS – Modular

• Professional: per build senza compromessi
Sharkoon SilentStorm Cool Zero – 850W- Gold 80PLUS – Modular
EVGA SuperNOVA 850 G2- 850W – Gold 80PLUS – Modular
ANTEC HCG 850- 850W – Gold 80PLUS – Modular
SilverStone SST-ST85F-PT- 850W – Platinum 80PLUS – Modular
Corsair HX1000i- 1000W – Platinum 80PLUS – Modular

Un alimentatore per PC di utilizzo Business non richiede molti Watt, ma è consigliabile puntare su modelli con una buona resa per beneficiare di consumi ridotti ed efficienza nella regolazione delle tensioni. Per calcolare la quantità di Watt consumata dai differenti pezzi, ci sono vari metodi. Il più consigliato è quello di verificare il consumo dei pezzi, controllando i dati con lo strumento messo a disposizione da Cooler Master.

Consumer e Professional

Se per il settore business la scelta risulta facile, nel comparto consumer c’è una buona varietà di utenti ed è necessario scegliere l’alimentatore adatto al proprio utilizzo. Nel caso di build senza scheda video dedicata, quindi con un consumo minore, si potrà puntare su soluzioni da 550W come il modello SilverStone Sopra-citato. Se si dispone di una GPU dedicata i consumi saranno più alti, rendendo necessario l’acquisto di modelli da 600W in su per alimentare al meglio la propria macchina. I maniaci dell’ordine che vogliono un PC ordinato, o che hanno un lato a vista, potranno beneficiare della comodità di un’opzione totalmente modulare come l’EVGA SuperNOVA. Per chi invece non dà molta importanza al fattore cavetteria, le scelte semi-modulari, come il modello di Sharkoon, alleggeriranno il vostro PC dalla cavetteria superflua e vi garantirà buone possibilità nella gestione dei cavi.

Nell’utilizzo professionale del PC, che comprende sia il ramo gaming sia il ramo di software pesanti di elaborazione, è consigliabile puntare su alimentatori con maggiore potenza e con delle certificazioni più alte. La scelta ricade sui modelli gold e platinum.

• Gold
– Scelta ottimale per chi sfrutta il computer per i giochi e vuole alimentare una buona GPU dedicata e una CPU con alta potenza di calcolo. Le PSU da 850W garantiscono un’ottima copertura nelle build più comuni.
• Platinum
– Per PC con alti consumi, lunghi tempi di attività sotto stress, è consigliabile spendere un po’ di più e scegliere un modello Platinum.

Se avete dubbi sull’hardware o siete interessati a qualche delucidazione su argomenti come questo, fatecelo sapere nei commenti

Per restare sempre aggiornato sulle ultime novità scarica la nostra APP ufficiale oppure iscriviti alle nostre notifiche istantanee e leggi i nostri articoli via RSS, oppure seguici su Facebook, Twitter, Telegram, Google+ e Instagram!

3 Commenti

Clicca qui per postare un commento
  • Consiglio: Per una Nvidia Geforce GTX 1050 un alimentatore Corsair da 550w va bene? Procio i3 8100 8th, ddr4, LGA 1151, SSD 500. Possibilità in futuro di aumentare il procio a un i5/i7. Grazie.

    • Con la build attuale, un 550W dovrebbe andare bene, perché con i consumi al massimo dovresti avere un consumo di 400W (sarebbe stato diverso se avessi avuto una 1050Ti). Ti consiglio di puntare sulle certificazioni di tipo Bronze per andare sul sicuro. Per la scelta del Corsair non sono troppo d’accordo, la fascia da 500W ha spesso modelli poco curati, che spesso fischiano o che possono in altri casi dare carica sul case. Per quanto concerne la versione Gold del corsair da 550W, quella già è una serie più curata e sono stati molto rari i difetti…

      Poi tutto dipende se vuoi un alimentatore non modulare, semi modulare o modulare. Da lì già fai una prima cernita e filtri i risultati che non ti interessano. Considerando che potresti passare a una CPU più potente e che, negli anni, la 1050 non terrà molto il tempo, forse potresti puntare su un modello da 650W per andare sul sicuro nei possibili cambi. Se prendi ad esempio il modello SilentStorm Ice Wind di Sharkoon, costa meno la versione 650W di quella 550W, quindi ci sono anche casi dov’è possibile risparmiare e prendere comunque un pezzo performante.

      • Perfetto infatti avevo pensato gia ad un 600 ma meglio 650 come dici tu. Mi sono sempre fidato dei corsair ma ho preso i modelli da 600-650. Qualche 450 ma non mi ha dato grossi problemi. Unico difetto non di poco conto è il ravvio del pc dopo l’arresto. Mi ha fatto dannare. Vado a scoprire che era l’ali. Per I cavi ho sempre preso case dove potevo far passate bene I cavi da dietro e mantenere in ordine il tutto. Onestamente non ho mai usato I modulari. Molto dipendeva dal budget. È arrivato il momento di cambiare marca. Non volevo fare un salto nel vuoto. Grazie.