Surface
News RIflessioni

Secondo alcuni analisti Surface morirà nel 2019, un’ipotesi totalmente priva di senso

La famiglia Surface di Microsoft si allarga sempre di più; ormai quasi ogni sei mesi vengono presentati nuovi device dall’indubbia qualità costruttiva ed estetica.

Durante un’incontro avvenuto al Canalys Channels Forum, tre analisti importanti nel settore PC hanno espresso pareri piuttosto simili sul futuro dei Surface che si può sintetizzare come destinato al fallimento.

Gianfranco Lanci, presidente e chief operating officer di Lenovo, è stato il più pessimista di tutti (addirittura peggio del nostro utente Disqus MatitaNera ndr) affermando che Microsoft potrebbe chiudere tale suo settore anche prima del 2019 perchè i veri guadagni allo stato attuale provengono soltanto da Office, Windows e Azure.

Microsoft is making a lot of money on cloud, making a lot of money on Windows and Office, but losing a lot of money on devices. And frankly speaking, it is difficult to see why they should keep losing money. For them it is a very difficult exercise to run hardware products business, they need to be careful about every single detail as the margin on this is so thin.

Il direttore generale di Dell, Marius Haas, ha dichirato invece che i Surface sono nati con l’obiettivo di mostrare le potenzialità del software e adesso, dato che l’intenzione di creare una gamma articolata di prodotti non c’è mai stata, il colosso di Redmond può già rallentare la produzione.

Infine secondo Steve Brazier, CEO di Canalys, Satya Nadella punterà nel futuro imminente esclusivamente sul software abbandonado pertanto i prodotti hardware. Steve si è soffermato particolarmente sui dati economici facendo notare che i dati dei Surface sono molto altalenanti tra mesi negativi e mesi positivi, ma in generale i profitti sono molto limitati.

The Surface performance is choppy; there are good quarters and bad quarters, overall they are not making money. It doesn’t make sense for them to be in this business.
When the capital expenditure challenge that Satya Nadella has taken Microsoft down becomes visible to Wall Street, everyone will ask him ‘Why have you gone to a low margin business?’.
Microsoft will have a lot of cost-cutting to do, he claimed, and “Surface will be the first target.

Sono solo parole… senza senso!

Innanzitutto siccome ho visto molti utenti abbastanza confusi a riguardo, è necessario sottolineare che queste sono le opinioni e le previsioni di alcuni analisti, sono solo per l’appunto opinioni e nulla di più quindi non sono nè rumor nè tantomeno notizie ufficiali. Detto questo, il settore Surface per Microsoft non è assolutamente fondato sui guadagni bensì il loro scopo, come già scritto un milione di volte, è quello di guidare gli OEM attraverso l’innovazione; se oggi abbiamo molti 2-in-1, più portatili in stile MacBook dal design curato e una marea di convertibili è tutto grazie ai Surface che possono e devono continuare su questa strada. Per quanto concerne l’hardware in generale, HoloLens è il dispositivo chiave di Windows Mixed Reality su cui Microsoft sta puntando molto in questi mesi e Xbox sta registrando in questo periodo dati sempre più cresctia. Inoltre, come se non bastasse Microsoft ha rilasciato poco fa un comunicato stampa evidenziato che i prodotti Surface continuano a guidare la crescita di questa categoria di dispositivi e aiutano le persone nello svago e nel lavoro.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Per restare sempre aggiornato sulle ultime novità scarica la nostra APP ufficiale oppure iscriviti alle nostre notifiche istantanee e leggi i nostri articoli via RSS, oppure seguici su Facebook, Twitter, Telegram, Google+ e Instagram!

Fonte

  • E così sia! 😉

  • sgrips

    Ma si dai chiudiamo tutto!!!!

    • pippo054

      se chiude tutto cosa sara x gli utenti passerano ad unaltro sistema operativo

      • sgrips

        Stavo scherzando e non credo che la divisione surface chiuderà Anzi non vedo l’ora di cambiare portatile e il 2 in 1 che ho per prendere il Surface…😍😍😍😍😍

  • gli ANAListi

  • Cosmocronos

    Veramente i Convertibili uscirono nel 2002, ben prima della linea Surface. Detto questo oramai nulla mi sorprende più…

  • Danilo

    Se le strategie aziendali seguissero solo l’andamento dei profitti non ci sarebbe più bisogno di analisti.

  • Francesco

    Visto il comportamento schizofrenico di ms nel mobile (credo, a ragione, un settore ben più importante e strategico di console e due in uno) non mi sorprenderebbe poi più di tanto, infondo mi pare che il proprio scopo lo abbiamo ottenuto e di due in uno c’è ne in quantità.

  • Alvaro

    questi non sono sprovveduti. ed inoltre lavorano a contatto con MS quindi non hanno alcun interesse ad inimicarsi l’azienda. se dicono queste cose hanno le loro buone ragioni. dopotutto, MS viveva prima dei surface e può continuare dopo la loro sparizione. ciò che mi preoccupa davvero è che mentre il mercato (la domanda) soppianta lentamente i devices non mobile, il nostro OS punta solamente su prodotti complementari. io sarò presto costretto ad abbandonare il mio lumia 650, sebbene funzioni ancora bene, perchè non ho le app necessarie per lavorare. avrò io il coraggio di tornare ad un mobile windows, ove mai tornasse, considerando che mi ha costretto a passare ad android? e se lo facessi, tornerei nel deserto delle app? buona giornata a tutti

    • Fra4314

      Se posso chiedere, di quali app necessiti per lavoro? E’ solo curiosità. Ciao

      • Alvaro

        https://partnerhelp.booking.com/hc/it/articles/212708289-Dove-posso-scaricare-l-app-Pulse-
        a parte pulse, che è una app importante, sullo store mancano le app per le banche, la app trenitalia, le app per molti operatori telefonici… diciamo che noi che resistiamo siamo degli eroi romantici. e lo dice uno che adora l’ambiente windows per mobile, ma diventa sempre più difficile sopravvivere in questa cerchia di eroi. possiamo convenire che MS non abbia una strategia per il mobile, ma ha solo scelto di tirarsene fuori. ma questo è, ahimè, il settore nodale

        • Fra4314

          La mia banca, per esempio, ce l’ho, per il resto è giusto, ma dai…niente che non si possa fare con il browser. Secondo me ormai è una caccia alle streghe, vero che mancano alcune app, ma ormai Windows mobile subisce soltanto una cattiva pubblicità (o inesistente…), a partire da Microsoft. Mi sembra che delle volte se manca una applicazione, l’utenza media vada in paranoia….è soltanto la mia opinione, ci mancherebbe.

          • Alvaro

            mi dispiace ma devo dissentire. anche io la pensavo come te fino ad un po’ di tempo fa. adesso ho scoperto che esiste un mondo, in espansione, che utilizza molto lo smartphone (le app) per lavorare. non ne sapevo l’esistenza. e non è possibile avere sempre con sè un laptop acceso e connesso. quindi il settore mobile diventa fondamentale con le sue app. gli smartphone sono ormai dei veri pc tascabili. ma per windows non ne producono più di app. e le vecchie non si aggiornano. se prima era difficile per windows diventare il terzo polo, figuriamoci adesso che ha abbandonato il settore e le app sono sparite. occorre accettare l’evidenza. l’os diventa inutilizzabile e recuperare la distanza una impresa titanica

          • Fra4314

            Capisco solo in parte la tua posizione: come ti dicevo prima, al di là della comodità delle app, non vedo grosse differenza con l’utilizzo, all’occorrenza, del browser su smartphone e ti dirò di più, le app di sistema di Windows sono, per ora, decisamente migliori rispetto alle analoghe presenti sugli altri OS, quindi ti assicuro che per lavorare non ci sono problemi (sono un tecnico progettista). Detto questo, ribadisco che, fondamentalmente, il vero problema è il livello pessimo di marketing nei confronti di W10M/Phone che si è creato (e che la stessa Microsoft ha voluto che si creasse)….comunque personalmente, quando ne avrò la necessità, non sarà un problema passare ad altro se Windows mobile non esisterà più o ciò che ci sarà risulterà fuori dalla mia portata, ma ritengo incomprensibile che molti utenti diano questo peso alla mancanza di “alcune” applicazioni (che detto inter nos spesso lasciano il tempo che trovano)…..ripeto, mia personalissima opinione.

          • Alvaro

            Capisco esattamente la difficoltà che hai nel capirmi. Perchè pensi quello che pensavo io fino a poco tempo fa. Ma se diventi venditore di prodotti o servizi, non puoi fare a meno di app che interagiscano con te in tempo reale. Sono servizi necessari. E non puoi tenere costantemente aperto un browser. Per un utente medio la mancanza di app è fastidiosa, per un utente business è insopportabile. E ti ho citato solo una app. In realtà ne mancano tantissime fondamentali.

          • Fra4314

            Ovviamente capisco le esigenze personali e conosco anche altri SO (vengo da Android ed ho anche un iPhone 6S Plus), però se come riferimento prendi la massa degli utilizzatori di smartphone, capisci subito che il 90% delle app sono inutili e che, ribadisco, il problema di fondo è il marketing e le tendenze che vengono inculcate in testa.

          • Alvaro

            bhè per l’utilizzatore medio è comunque frustrante non trovare app del proprio operatore mobile, app di poste italiane, app di trenitalia, app per controllo webcam, app per foto panoramica… ma la cosa peggiore è che ogni nuova app viene emessa solamente per i due big. quindi la tendenza è tristissima. ogni tanto controllo la sezione aggiornamenti e scopro che le uniche ad aggiornarsi sono quelle di ms stesso: onedrive, posta, xbox, word… quindi è un os abbandonato a se stesso. ammettiamo per assurdo che davvero rinasca l’impegno di ms nel settore, quale spazio ci sarebbe per la riscossa? chi lascerebbe ios e android per windows? e quale spazio per spingere gli sviluppatori ad investire nel nostro store? mi sembra chiaro che la prospettiva sia solo la fine per esaurimento. è triste ma chiaro. posso sbagliarmi, ma non vedo spazio per colpi di scena

          • Fra4314

            “bhè per l’utilizzatore medio è comunque frustrante non trovare app del proprio operatore mobile, app di poste italiane, app di trenitalia, app per controllo webcam, app per foto panoramica…” Scusa, forse ho preso un abbaglio, ma le app che hai elencato sono presenti nel Microsoft Store (la funzione panorama integrata sull’app fotocamera), ovviamente riconoscendo l’improponibile paragone per quantità e spesso per qualità, con il Play Store e l’App Store. Comunque ripeto, per me il problema principale è stato soltanto dal punto di vista pubblicitario e successivamente gli sviluppatori (e Microsoft….) hanno fatto il resto, pur restando convinto che il fabbisogno di app è principalmente (ma non solo, sia ovvio) nella “nostra testa”. Ciao.

  • Shalashaska

    Certo, sicuramente vale di più la vostra parola contro la loro… ahi ahi imbarcate acqua….

  • Francesco

    D. Rubino su Windowscentral ritiene probabile un ridimensionamento della gamma. I primi a sparire saranno Surface Book e Laptop. Surface Pro dovrebbe essere mantenuto più a lungo. Se leggete il i commenti all’articolo di Rubino c’è da rimanere basiti. Uno degli ultimi riferisce di una riunione di con rappresentanti MSFT i cui questi ultimi sconsigliavano l’acquisto di HW MSFT in quanto tutti gli investimenti stanno andando sul Azure e Cloud e non potevano garantire che nel medio termine sarebbero stati in grado di fornire assistenza. Ma il bello è che hanno consigliato di andare su Aplle o Google non su Dell, Lenovo o HP. E questo perché secondo questi personaggi anche Windows 10 è a rischio. Spero sia tutto inventato.

    • R41

      Il mondo PC è una frazione minuscola di quello mobile, saggio quindi il consiglio di passare a Google o Apple.

  • Frasca
  • Hereticus

    poco importa, se la mission è raggiunta. Ormai ci sono eccellenti prodotti (es. spectrax360) che non hanno nulla da invidiare ai Surface. Io più che chiudere la divisione scommetterei che, più semplicemente, si dedicheranno ad altri prodotti innovativi (VR, Surface mobile…)

  • steek

    Se lo dite voi allora mi fido.

Inline
Inline